• Home
  • Fase 2, domande, dubbi e idee sul settore degli eventi
eventi platea

Fase 2, domande, dubbi e idee sul settore degli eventi

Senza una data certa di riapertura non è possibile fare programmazione. E il mondo degli eventi si basa sulla programmazione a lungo termine.

A risentire maggiormente di questa impossibilità di progettare sono i grandi eventi, quelli che in termini di fatturato popolano una buona fetta del mercato nazionale.

A illuminare uno scenario ancora oscuro, se non per lo scambio di pareri e idee permesso, è stata la web conference Come riaprire ai meeting di mercoledì 20 maggio organizzata da Ediman. La conferenza è stata tenuta dalle diverse anime del mondo degli eventi, interrogandosi sul presente e il futuro di un settore che porta milioni di fatturato alle casse italiane e che è il motore di tante attività di cui spesso si conosce solo la facciata: concerti, festival, e manifestazioni di ogni tipo.

Dietro la diffusione di ogni settore c’è l’organizzazione di un evento: un enorme lavoro, una struttura, il personale, la collaborazione senza i quali sarebbe impossibile scambiare conoscenza, creare esperienza e attivare progetti di qualsiasi tipo.

Cosa possiamo fare per colmare una lacuna che, se va bene, potremmo trascinarci fino al 2021 inoltrato? Anche se l’emergenza dovesse terminare definitivamente quanto i partecipanti saranno pronti a prendere parte a eventi potenzialmente pieni di gente e, ancora, a spostarsi da Paese a Paese così frequentemente? 

Eventi ibridi e comunicazione

Se la parte presenziale rimane quella più affascinante, imprescindibile, che rende unica l’esperienza di un evento, diventa sempre più necessario trovare soluzioni alternative che oltre a essere più sicure sono foriere di nuove opportunità.

Modernizzare e affinare la tecnica e operatività degli eventi. Concretezza, creatività, proattività e flessibilità. Sono questi gli input e le parole chiave venuti fuori nella scorsa web conference.

Altro tema ricorrente è stato quello degli eventi ibridi: presenze fisiche meno rilevanti per una buona dose di quelle digitali. A giovarne sarebbe non solo l’aspetto della sicurezza ma anche quelli della fruibilità e comodità.

A seguito di queste idee sono emerse però anche tante domande: quanto ne risentirebbe l’aspetto economico, quanto quello tradizionale a cui tutti i professionisti che partecipano agli eventi sono abituati? Quanto l’appetibilità di un incontro presenziale?

Le risposte ai quesiti che ci poniamo in merito al presente e al futuro prossimo degli eventi non possono essere certe. Pianificare un vero e proprio ritorno alla normalità è difficile. Ancora più improbabile pensare che accadrà in tempi prossimi coinvolgendo realtà internazionali e viaggi annessi. Al momento non possiamo che basarci su idee che prendono le mosse da esperimenti concreti: live streaming, webinar, già da tempo in uso nel settore degli eventi.

Soluzioni ibride e una corretta promozione e comunicazione delle stesse potrebbe portare il mercato italiano a competere seriamente con quello straniero, dove questi nuovi immaginari di eventi stanno già prendendo piede.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per qualunque tuo evento rivolgiti a
Fenicia Events & Communication

Contatti

Via Tor De’ Conti, 22 - 00184 Roma
Tel. +39 06.87671411
Fax +39 06.62278787
info@fenicia-events.eu
  +39 329 3506996

Privacy

Seguici sui social


Resta aggiornato con noi attraverso la Newsletter

Dichiaro di aver letto e accettato la privacy policy


2019 All Rights Reserved © Fenicia Events & Communication

Capitale Sociale Euro 10.000,00 Registro Imprese di Roma - C.F. e P. IVA 14523681006
CODICE UNIVOCO: W7YVJK9 - R.E.A. RM - 1526874
Tel. 06.87671411 - E-mail: info@fenicia-events.eu PEC: feniciaeventssrl@pec.it