• Home
  • Brand storytelling post evento. Qualche spunto da Game of Thrones… e non solo
tiryon_lannister

Brand storytelling post evento. Qualche spunto da Game of Thrones… e non solo

“Cosa unisce le persone? Gli eserciti? L’oro? Le bandiere? No, le storie. Non c’è niente di più potente al mondo di una buona storia, niente può fermarla…”

È stato Tyrion Lannister, una delle menti più brillanti della popolare saga Game of Thrones, a pronunciare questa frase in una delle ultime scene della stagione finale. Era lui che con astuzia e intelligenza si è adattato alle articolate vicende della conquista del Trono di Spade orientando le azioni dei despoti e unendo i puntini… per poi spiegare anche a noi spettatori quello che stava accadendo senza farci perdere il filo.

È un po’questo quello che fanno le storie: uniscono e mantengono viva la fiamma.

Se ci soffermiamo a pensare con più attenzione infatti ci rendiamo conto che ogni forma di comunicazione che entra nella nostra orbita è composta da storie. Lo è anche la semplice pubblicità alla televisione. Gli spot che hanno più successo. Quelli che ci rimangono più impressi nella mente sono questi piccoli film che narrano una vicenda. Con protagonisti, sequenze ed emozioni. 

Storytelling aziendale per eventi, l’importanza del post evento

Gli eventi, ad esempio, diventano terreno fertile per riuscire a entrare in connessione con il proprio target. La difficoltà, però, sta nel fatto che ormai tutti organizzano degli eventi legati a un prodotto o alla propria realtà aziendale. E’ un po’ come quando si parla dei contenuti: a lungo andare si è bombardati di informazioni e risulta complicato centrare l’obiettivo e farsi ricordare. Proprio per questo è necessario puntare sullo storytelling post evento… ma cosa possiamo raccontare quando termina?

I soliti ringraziamenti post evento sono importanti, devono esserci, anche la condivisione di immagini,  di video racconti… ma non bastano.

Agli occhi del pubblico affezionato a un brand o addirittura a uno nuovo potrebbe risultare fastidioso essere bombardato per poi non avere più notizie e di nuovo essere bombardato per poi subire un blackout improvviso.

La soluzione però sta proprio nella struttura e nell’impostazione che si dà alla comunicazione dell’evento.Parliamo del punto di partenza per costruire un racconto duraturo, che non dipende solo dal contenuto, ma anche dalla forma.

Siti e social dedicati all’evento, sì o no?

Facciamo un passo indietro. Di solito, quando si decide di mettere su la comunicazione per un evento, ci si rivolge a un’agenzia specializzata o si dà il via a tutta una serie di meccanismi organizzativi nell’ufficio interno preposto a questo tipo di realtà comunicativa. Spesso un evento è collegato anche a un sito apposito e, ancora di più, a una pagina Facebook dedicata.

Sono passi che diventano quasi obbligatori in un mondo dove bisogna esserci a tutti i costi e dove bisogna cercare di raggiungere più persone possibile, almeno se si ambisce ad avere accesso all’Olimpo degli eventi perfetti.

Non sempre però questa è una strategia che paga. A lungo termine si può rischiare di ottenere l’effetto contrario. Un evento, per poter rimanere impresso ed essere coinvolgente, deve avere tutti gli elementi dosati al punto giusto. Una piattaforma creata ad hoc? Uno spazio preciso su Facebook? Sì, se ne vale la pena. Sì, se l’importanza dell’evento è tale da giustificare azioni di questo tipo e, soprattutto, se la community va messa al centro di tutto, quasi fosse una protagonista interattiva del racconto

Esempi di brand storytelling post evento

Siamo partiti da quella che è stata la saga più impattante degli ultimi anni, Game of Thrones. Ma, guardandoci intorno, è facile intuire come siano sempre di più i brand che hanno deciso di puntare sul racconto e sullo storytelling aziendale per creare connessioni. Soprattutto quando si tratta di dar vita a degli eventi. Vediamo insieme qualche esempio. 

La Content Academy Masterclass, il racconto ispirazionale/sentimentale 

La Content Academy è un ente di formazione con sede a Bari che si basa sul content marketing e sullo storytelling aziendale. Strutturano campagne di comunicazione per le aziende e formano talenti attraverso corsi e la Masterclass, che si tiene ogni maggio. È questa la chicca di La Content.

La loro comunicazione è comunque attiva tutto l’anno. Adottano uno stile principalmente ispirazionale, ma con molto contenuto sotto forma di consigli di lettura, di condivisione di momenti importanti, di pillole. La Content Academy è un costante attingere fonte di ispirazione per il mondo del marketing.


The World Kidney Day, il racconto medico

Abbiamo parlato dell’importanza o meno di avere uno spazio sul web dedicato a uno specifico evento. A volte serve. Questo è il caso del World Kidney Day, un convegno scientifico riguardante la Giornata Mondiale delle Malattie Renali. Nonostante si tratti di un momento ben definito e conchiuso nel tempo, l’evento continua a vivere tramite un portale in cui il pubblico può costantemente rimanere aggiornato su una tematica tanto importante e sensibile, qual è la ricerca sulle patologie renali.

Cardionefrologia, il racconto medico… e sportivo

Parlando di malattie renali e dell’universo scientifico in generale non possiamo non condividere l’esempio del Congresso internazionale di Cardionefrologia che Fenicia organizza ogni due anni a Roma. Legato anche alle iniziative del World Kidney Day Cardionefrologia ha una frequenza minore rispetto agli altri eventi di nicchia, ma intorno a sé ha un universo fatto di studi, di workshop ed eventi collaterali. Per stile sportivo infatti si intende quel modo di raccontare che sottolinea lo spirito di gruppo caratterizzato dalle attività collaterali dell’Associazione di Cardionefrologia, promotrice dell’evento, e dalle iniziative legate al mondo della nefrologia, e non solo, di interesse per la comunità scientifica.


Brand storytelling è emozione sì, ma anche metodo. Facciamolo uscire fuori questo metodo creando momenti strategici… e reali. Momenti che rimangano in chi li vive ma anche in chi li legge e che fungano da marchio di riconoscimento di quella realtà e del messaggio che vuole comunicare. Solo così le persone capiranno, non si sentiranno sole e continueranno a ricercare quel momento da chi glielo ha fatto vivere.

Facciamo fare un salto di qualità al nostro evento attraverso la nostra presenza e il nostro modo unico di raccontare questa esperienza. 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per qualunque tuo evento rivolgiti a
Fenicia Events & Communication

Contatti

Via Tor De’ Conti, 22 - 00184 Roma
Tel. +39 06.87671411
Fax +39 06.62278787
info@fenicia-events.eu
  +39 342 8211587

Privacy

Seguici sui social


Resta aggiornato con noi attraverso la Newsletter

Dichiaro di aver letto e accettato la privacy policy


2019 All Rights Reserved © Fenicia Events & Communication

Capitale Sociale Euro 10.000,00 Registro Imprese di Roma - C.F. e P. IVA 14523681006 - CODICE UNIVOCO: W7YVJK9 - R.E.A. RM - 1526874
Tel. 06.87671411 - E-mail: info@fenicia-events.eu PEC: feniciaeventssrl@pec.it