• Home
  • I nuovi trend per gli eventi estivi 

I nuovi trend per gli eventi estivi 

[Aggiornato a giugno 2020] L’estate è finalmente tornata. Nella stagione estiva si moltiplicano gli eventi e le iniziative di ogni genere grazie al clima che invoglia a uscire di casa, stare insieme e provare nuove esperienze. Concerti, sagre, festival, fiere, feste sulla spiaggia sono solo alcune delle tantissime opportunità che offre l’estate. Ma quali sono le novità o comunque i trend estivi tra cui possiamo spaziare quest’anno? Dove guardare se devi organizzare un evento e sei a corto di idee?

Gli eventi sono spesso legati alla stagionalità. Le agenzie che organizzano eventi si occupano quindi durante l’anno di tipologie specifiche in inverno e di altre diverse in estate. Se si può dire allora che ogni anno i tipi di eventi non cambiano, all’interno di questi evergreen si inseriscono però ogni stagione (o quasi) dei nuovi trend ai quali ispirarsi. Ma quali sono quelli di quest’anno?

Eventi sostenibili

Greta Thumberg docet. Da quest’anno, grazie anche alla sua campagna di sensibilizzazione, siamo tutti più attenti al problema ambientale molto banalmente anche solo cercando di comprare meno plastica e prestando più attenzione alla raccolta differenziata. L’ecostenibilità è diventata un tema chiave e una (sanissima) moda. Anche gli eventi estivi quindi si inseriscono in questo trend proponendo attività musicali, artistiche o enogastronomiche che abbiano al centro l’attenzione per l’ambiente e la promozione di comportamenti molto più consapevoli. Qualche esempio?

Carroponte green: l’evento musicale si svolge a giugno e luglio nel parco archeologico di Carroponte vicino Milano e l’edizione di quest’anno è all’insegna del verde, del riciclo creativo e della sostenibilità.

Regata riciclata Re Boat Roma race a settembre 2019: a fine estate a Roma al laghetto dell’Eur si svolge una regata tutta a tema green e sostenibilità.Una gara tra recycled boat costruite con plastica, legno, carta, cartone, acciaio e tutto ciò che può essere riciclato, riadattato e riutilizzato con creatività.

Woodoo fest: dal 17 al 21 luglio a Cassano Magnago si tiene un festival musicale nel bosco nel pieno rispetto della natura che ospita tutti i partecipanti e con un occhio attento alla sensibilizzazione ambientale.

Festival musicali

Quando si parla di eventi estivi la mente va subito ai concerti e ai festival di musica sparsi per l’Italia e la scelta è davvero ampia. Oltre ai grandi festival mainstream con nomi di spicco e tantissima risonanza sui media però, ci sono anche tanti festival più piccoli e fuori dai circuiti di massa che si inseriscono nel trend della riscoperta dei valori di una volta, della lentezza, della consapevolezza ambientale e del contatto col territorio. Buon cibo, vino e seminari su varie tematiche si uniscono alle proposte musicali in un tutt’uno molto piacevole.

Expo e sagre

Può esserci un’estate senza sagre? Ogni realtà di territorio offre le sue nel rispetto e recupero delle tradizioni locali e a kilometro zero, una tendenza tra l’altro sempre più di moda. La sagra è un vero must dell’estate italiana. Ogni singolo paese custodisce gelosamente le proprie sagre. Oltre a quelle tipiche (salsiccia, vino, birra…), sempre valide, se ne alternano altre più curiose. Il paese di Borbona, ad esempio, qualche anno fa ha trovato spazio sui media tradizionali proponendo una sagra del panettone a Ferragosto. Nelle Marche, a Carassai, si tiene invece ogni anno la sagra della papera. In ogni caso, le sagre mettono in primo piano la cultura e i valori delle comunità.

Gli expo di arte o artigianato sono un altro trend estivo dell’ultimo periodo. Negli spazi del Teatro India a Roma, ad esempio, l’estate si anima con art expo, dj set, concerti, street food, urban market e spettacoli di teatro.

Street food

Lo street food è un altro grande trend degli ultimi anni, estivo e non. Il cibo da strada, semplice e veloce ma non per questo banale, da mangiare in piedi passeggiando per le strade di un borgo o di un lungomare è sempre più un elemento di aggregazione e sono tantissimi i festival a tema in giro per il Paese. Anche in questo caso il cibo è spesso quello tradizionale del luogo, nel rispetto dell’ambiente e della stagionalità dei prodotti. Lo street food poi è di frequente il perno attorno al quale vengono organizzate varie attività legate ad esempio alla musica, al cibo, all’ambiente.

L’estate italiana si conferma, anche in questo 2019, un periodo assolutamente creativo per il settore degli eventi. Nella nostra penisola avranno luogo una moltitudine variegata e cangiante di eventi capaci di combinare le tradizioni più radicate con le ultime mode in fatto di event planning. Un panorama ricco e articolato che coinvolgerà sia le metropoli che i paesi al di fuori dei circuiti turistici tradizionali.

Covid-19, il trend degli eventi futuri

Riaprire le regioni e i Paesi Schengen può aver concesso un momento di sollievo per il mondo del turismo, per i viaggi di lavoro e per gli eventi. La Fase 3 potrebbe segnare in questo senso anche la ripresa del settore degli eventi: proprio alla soglia dell’estate, quando manifestazioni, concerti e molti altri tipi di evento “popolano” la stagione e influiscono sulla nostra economia.

Per diverse città italiane sono già disponibili calendari di eventi estivi, ma cosa potrebbe effettivamente significare tutto ciò in una prospettiva futura?

Gli eventi estivi potrebbero fungere da base per eventi futuri: da “banco di prova” in termini di sicurezza, fruibilità, godibilità ed efficienza organizzativa.

Eventi virtuali ed eventi ibridi

Alla conferenza dello scorso 20 maggio organizzata da Ediman sul tema Come riaprire ai meeting si è parlato di quali soluzioni mettere in atto nell’immediato, ma anche in previsione di eventi futuri.

Al di là delle norme da rispettare per garantire la sicurezza e a cui sarà necessario far fronte, la riflessione sui trend, in generale, è stata quella di pensare a soluzioni “ibride”, ovvero al virtuale come soluzione stabile.

Si tratta di ipotesi che derivano da soluzioni già intraprese. Sono diverse, con elementi simili, e le differenze possono anche essere sottili. Soluzioni che non sostituiranno gli eventi presenziali, ma che potrebbero affiancarli.

Si possono considerare diversi tipi di eventi virtuali, per i quali, comunque, c’è da valutare un’adeguata organizzazione e gestione, che in molti casi è preferibile affidare a esperti del settore. 

Da tenere sempre in considerazione il tipo di pubblico che si vuol richiamare e gli obiettivi che ci si prefiggono e valutare, in base a questo, quale possa essere il formato più adeguato. C’è ad esempio oggi anche la possibilità di “virtualizzare” gli eventi, ovvero utilizzare elementi di realtà virtuale per creare sfondi virtuali, inserire filtri o oggetti aumentati,  mettere a disposizione degli utenti link a contenuti virtuali interattivi.

Altra scelta, riguardo talune tipologie di eventi virtuali, può essere quella di considerare se sia preferibile un evento fruibile al momento (live streaming) o se invece possa essere più utile optare per una pre-registrazione, che ha il pregio di poter essere usufruita dagli utenti in un secondo momento.

Ecco alcune soluzioni simili, ma anche molto diverse tra loro, da valutare caso per caso.

Virtual congress 

Il congresso virtuale è un vero e proprio congresso, con più sessioni in contemporanea, tavoli di discussione, luoghi in cui contattare gli sponsor. Si tratta di un evento complesso, che va ben organizzato in precedenza, meglio se affidandosi alla professionalità di un supporto esperto. Chi vi partecipa deve poter organizzare per tempo la propria agenda in base ai propri interessi. È quindi un tipo di evento virtuale che ha, come un qualsiasi altro congresso in presenza fisica, bisogno di un’ottima organizzazione e gestione sia prima sia dopo l’evento stesso.

Webinar

Si tratta di un seminario che si svolge online. Può considerare eventi gratuiti o a pagamento, ma in ogni caso l’elemento centrale è un argomento specifico, che viene esposto tramite una piattaforma o strumenti messi a disposizione da alcuni social network. Vi sono uno, due speaker che propongono i contenuti, e i partecipanti – che accedono al webinar dal proprio PC o dispositivo mobile per mezzo di collegamento internet – possono interagire in tempo reale tramite chat, voce o anche strumenti quali lavagne elettroniche offerte dalla piattaforma. La durata, in genere, è piuttosto breve (quarantacinque minuti – un’ora) e il webinar può essere trasmesso in streaming oppure pre-registrando gli interventi.

Eventi ibridi 

Si tratta di eventi che combinano un evento classico in cui ci si incontra di persona con un evento virtuale. Sono in pratica degli eventi multi-hub, in quanto si sviluppano in luoghi diversi: i partecipanti si ritrovano in uno o più luoghi forniti di connessione, mentre la conferenza si svolge in un altro (o altri) luoghi, grazie al supporto di un coordinatore/presentatore. All’evento, quindi, partecipa online anche un pubblico dal vivo e interattivo. Una tipologia di evento utile in tutte quelle situazioni in cui è difficile poter riunire tutti i partecipanti in un unico luogo fisico e che può essere preso in considerazione anche nel caso in cui sia necessario un distanziamento sociale, facilitato dal fatto che in ogni sede si possono prendere le misure di sicurezza adeguate. Un ottimo modo per evitare vincoli di limitazione fisica o geografica, in quanto vi possono partecipare persone che altrimenti non potrebbero partecipare a un determinato evento. Proprio per questo, un evento ibrido consente una visibilità ancora maggiore di un evento classico e può rappresentare un’ottima alternativa all’organizzazione di più eventi in diverse città, sostituendoli con un unico evento ibrido.

Eventi in live streaming

Gli eventi in diretta web sono meno strutturati di altre tipologie di eventi virtuali, ma possono essere davvero efficaci perché il pubblico può commentare e interagire. Si tratta quindi di una trasmissione bidirezionale che si svolge di solito sui social network o tramite piattaforme realizzate appositamente, che può essere resa disponibile contemporaneamente anche su più siti internet. Un tipo di evento di questo genere può comunque essere richiamato nel tempo, al di là del momento della diretta, in quanto può essere messo a disposizione degli utenti come contenuto on demand. Di contro, c’è da dire che gli eventi in live streaming sono meno “controllabili” di altre tipologie di eventi virtuali, in quanto, appunto, si svolgono in diretta. Per questo motivo richiedono una buona fase di testing, soprattutto nel caso di eventi con molti partecipanti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per qualunque tuo evento rivolgiti a
Fenicia Events & Communication

Contatti

Via Tor De’ Conti, 22 - 00184 Roma
Tel. +39 06.87671411
Fax +39 06.62278787
info@fenicia-events.eu
  +39 329 3506996

Privacy

Seguici sui social


Resta aggiornato con noi attraverso la Newsletter

Dichiaro di aver letto e accettato la privacy policy


2019 All Rights Reserved © Fenicia Events & Communication

Capitale Sociale Euro 10.000,00 Registro Imprese di Roma - C.F. e P. IVA 14523681006
CODICE UNIVOCO: W7YVJK9 - R.E.A. RM - 1526874
Tel. 06.87671411 - E-mail: info@fenicia-events.eu PEC: feniciaeventssrl@pec.it