• Home
  • Progettare un sito web, il salto agli ostacoli fra codice e creatività

Progettare un sito web, il salto agli ostacoli fra codice e creatività

Un sito web si fa e non si progetta. Qualcuno ti ha mai detto così quando dovevi realizzare il tuo? E sei rimasto senza scappare via più veloce della luce? Male. Ma c’è sempre tempo per rimediare.

Il sito web è infatti uno dei pilastri del brand design di ogni attività e la sua costruzione non può essere assolutamente un passo lasciato al caso o tirato via. Progettare il sito web con attenzione e consapevolezza è un elemento chiave per il successo del tuo e-commerce, della sede online della tua attività, del tuo lavoro da freelance o in generale del tuo lavoro in proprio. La tua casa – il modo in cui ti presenti e ti racconti online al tuo pubblico – deve essere il risultato di un progetto dalle solide fondamenta in modo da potere affrontare e superare tutti gli ostacoli che si presenteranno lungo il tuo cammino. Digitali e non.

Le fasi di progettazione di un sito web

Proprio come quando si costruisce una casa, anche quando si realizza un sito web bisogna basarsi su un progetto dettagliato e su una precisa organizzazione degli elementi che lo compongono. Con il termine alberatura o architettura delle informazioni viene indicata la struttura strategica su cui si basa il sito web e che permette di muoversi secondo una logica definita e chiara. Progettare un sito web implica quindi basarsi sulla definizione di alcuni criteri precisi quali nome del dominio, numero di pagine, disposizione dei vari elementi come la sezione del menù e le sottosezioni in modo adeguato e che consenta di trasmettere al meglio il valore del marchio definito nella fase di brand design. Come per ogni processo anche nella progettazione di un sito web esistono delle fasi da seguire.

Discussione con il cliente

Il primo passo importantissimo sul quale si basa la progettazione di un sito web è allo stesso tempo un grande ostacolo, una sorta di colonne d’Ercole da valicare per poter andare avanti. Si tratta dei bisogni del cliente, da capire e interpretare per essere espressi al meglio. Un fattore essenziale sia quando si deve progettare un sito web da zero sia quando si deve fare il restyling di un sito già esistente. La capacità di ascolto attivo è quindi in questa fase una delle doti più importanti di chi progetta siti web. Si tratta infatti di ascoltare, interpretare e dare voce ai bisogni e agli obiettivi di una struttura più o meno articolata di persone, ognuna con la sua idea da dire. L’ideale quindi è evitare di lasciare elementi al caso dotandosi di un brief scritto in modo tale che tutti vengano resi parte attiva di questo processo di costruzione e non possano scoprirsi insoddisfatti. È bene infatti che il brief sia controllato, corretto e revisionato.

Wireframe e mockup del sito web, il panico da foglio bianco

Il brief rappresenta lo scheletro del sito web insieme alla grafica. I passi successivi al confronto con il cliente sono altri due elementi fondamentali per realizzare il sito web migliore possibile e che comportano il difficile passo di tradurre l’idea in elementi concreti. E qui può nascere il panico. Il wireframe è una bozza grafica, uno schizzo che rappresenta la base dell’idea realizzato in bianco e nero su un foglio di carta o tramite un programma online. È lo scheletro che sintetizza tutta la disposizione degli elementi del sito: posizione del logo, menù, categorie, immagini, struttura di base degli articoli.

Dopo il wireframe si può eseguire il mockup, un’istantanea del progetto del sito web molto realistica che contiene anche grafica, colori e contenuti. Qui il visual design è fondamentale ma bisogna sempre tenere a mente che oltre che esteticamente piacevole un sito deve anche e soprattutto essere funzionale.

Web design, ok si parte

Ci siamo. Il sito è pronto, si può andare online? Prima di lasciare che il sito possa salpare bisogna curare al meglio l’esperienza di navigazione e cioè la user experience in modo che possa essere il più semplice e piacevole possibile. Bisogna quindi mettersi dal punto di vista di chi visiterà il sito e occuparsi della modalità di navigazione, dei rimandi tra link, dei collegamenti tra le pagine per poter offrire un’esperienza perfetta. L’utente che naviga non deve perdersi, non deve sentirsi confuso e in difficoltà durante la sua visita ma accompagnato e invogliato anche a tornare.

Web marketing, si faccia strada chi può

Il sito è stato realizzato con cura nella più perfetta espressione del brand design e ora è online. È quindi il momento di occuparsi del web marketing e cioè di permettere al sito di farsi notare, di essere visitato dal pubblico in target ed essere apprezzato. Un primo passo può essere Google Ads ovvero la pubblicità a pagamento su Google che consente di posizionarsi sul motore di ricerca per farsi trovare subito. Ma non basta. Per farsi davvero amare da Google bisogna lavorare su tutta una serie di elementi, ognuno importante per la riuscita del tuo sito. Il modo di chiamare i servizi che offri (chiaro e semplice), la comunicazione tra le varie sezioni del sito (veloce e corretta), l’organizzazione e trasparenza delle informazioni, la Seo con la cura dei fattori on- page e off-page. Con fattori on-page intendiamo tutti quegli elementi interni al sito web che possono migliorarne il posizionamento come ad esempio un buon hosting, contenuti utili e di qualità, keywords usate in modo appropriato, link interni coerenti. Con fattori off-page ci riferiamo invece a tutti quegli elementi esterni al sito riferibili soprattutto alle relazioni con altri siti autorevoli e con i social media: soprattutto quindi inbound link pertinenti, autorevoli e di qualità.

Progettare e realizzare un sito web può essere considerata una parte del brand design e della brand experience e, in quanto tali, è anche questo un processo che si concretizza con la collaborazione di un gruppo di lavoro connesso, ricettivo e consapevole. Servono cura e consapevolezza infatti per progettare un sito che possa rispondere al meglio ai bisogni del cliente, che traduca un’idea in una grafica concreta e funzionale, piacevole da vivere e facilmente trovabile su Google dal pubblico giusto. Una casa dalle fondamenta solide che possa superare tutte le difficoltà.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per qualunque tuo evento rivolgiti a
Fenicia Events & Communication

Contatti

Via Tor De’ Conti, 22 - 00184 Roma
Tel. +39 06.87671411
Fax +39 06.62278787
info@fenicia-events.eu
  +39 342 8211587

Privacy

Seguici sui social


Resta aggiornato con noi attraverso la Newsletter

Dichiaro di aver letto e accettato la privacy policy


2019 All Rights Reserved © Fenicia Events & Communication

Capitale Sociale Euro 10.000,00 Registro Imprese di Roma - C.F. e P. IVA 14523681006 - CODICE UNIVOCO: W7YVJK9 - R.E.A. RM - 1526874
Tel. 06.87671411 - E-mail: info@fenicia-events.eu PEC: feniciaeventssrl@pec.it